Una sana alimentazione svolge un ruolo fondamentale per mantenere in salute il nostro corpo. Non di meno, essa rappresenta il punto centrale su cui focalizzarsi per la perdita e il controllo del peso corporeo. Ma il solo mangiar bene ci può davvero aiutare a vivere una vita sana e felice?

Sicuramente no! Ed ecco spiegato il motivo.

Il nostro organismo è soggetto all’ azione di diverse variabili nel corso della vita. Alcune di queste, come la genetica, non sono modificabili; altre, definite ambientali, sono quelle su cui possiamo agire per garantirci uno stato di salute duraturo. Tra queste, il mangiar bene, è considerato uno dei capisaldi; ma a volte, nella sua ombra vengono dimenticati fattori altrettanto importanti, che svolgono un ruolo sinergico insieme all’ alimentazione e in alcuni casi, quest’ultima perde la sua azione benefica senza di essi.

Prima fra tutti l’attività fisica. Un bravo nutrizionista saprà farvi perdere il peso in eccesso stando comodamente seduti sul divano. Ma a quale costo? La privazione del movimento al nostro corpo porta a effetti negativi sullo stato generale di salute, soprattutto a livello cellulare. Inoltre, la sola attività fisica è in grado, in alcuni casi, di apportare più vantaggi che il connubio stesso tra sana alimentazione e movimento.

Le linee guida attuali suggeriscono 45 minuti di camminata al giorno per mantenere l’organismo attivo e in salute. Noi crediamo fermamente che questo tempo irrisorio debba essere solo il punto di partenza. Il movimento deve essere privilegiato durante tutto l’arco della giornata: usare le scale invece dell’ascensore, prendere i mezzi pubblici, muoversi in bici o a piedi, sono tutte piccole azioni che nel complesso portano grandi benefici al nostro corpo.

Lo stress è sempre più presente nella società odierna: lavoro su turni, orari incostanti, fretta di ottenere tutto e subito. Ciò porta ad un diretto aumento dello stato di infiammazione nel nostro corpo. Riappropriarsi del proprio tempo, concedersi le pause nei momenti giusti, sono piccole azioni fondamentali per garantire la salute al nostro metabolismo.

In tutto ciò la dieta non deve essere vista come farmaco dal sapore cattivo, ma un percorso qualitativamente e quantitativamente appagante, non solo dal punto di vista del gusto ma anche dell’ emozione. Un programma nutrizionale in grado di dare energia al proprio corpo per affrontare in modo attivo tutte le situazioni della quotidianità dimenticando lo svantaggio della sedentarietà e ritrovando il beneficio del movimento.

Torna su