Eccellenza sportiva: psicologia e nutrizione!

I FATTORI CHE INFLUENZANO LA PERFORMANCE

Ogni sportivo, amatoriale e professionista, è alla continua ricerca di un modo per ottimizzare la propria performance. Un allenamento di qualità ed una corretta alimentazione sono il presupposto fondamentale per raggiungere i propri obiettivi.

Per mantenere costante il ritmo di lavoro durante l’esercizio, l’atleta non può fare affidamento solamente sul proprio livello di allenamento e su un piano nutrizionale ben strutturato. 

Spesso infatti viene trascurato l’impatto che l’aspetto mentale riveste nella propria disciplina sportiva: quello che permette ad ogni atleta di avere la spinta giusta al momento giusto.

Lo stress nelle ore precedenti la competizione, la paura di non essere all’altezza delle proprie aspettative,  i brutti ricordi che affiorano dalle gare precedenti…sono solo alcune variabili che possono compromettere, anche in modo decisivo, la prestazione sul campo, vanificando tutta la preparazione fatta per quel momento.

I BENEFICI DELLA PSICOLOGIA SPORTIVA

La Psicologia dello Sport può aiutare ogni atleta, ogni amatore e ogni sportivo a raggiungere un equilibrio psico-fisico che consente di riconoscere ed esprimere al meglio le proprie potenzialità sia in allenamento che sul campo di gara.  Durante una competizione l’atleta può allenarsi a dare il meglio di sé, utilizzare strategie di mental training per poter rendere ai più alti livelli possibili, anche quando le condizioni non sono ottimali.

ANSIA E STRESS SONO I PROTAGONISTI

Le distrazioni provenienti dagli avversari, dalle tribune e dall’allenatore che grida a bordo campo, come anche le proprie emozioni, i propri pensieri e l’attenzione che fluttua altrove, minano lo stato di focus, di  concentrazione e di conseguenza le sue prestazioni finali. L’atleta deve altresì essere in grado di gestire l’ansia e lo stress in maniera tale da non venirne travolto ed essere in controllo del proprio stato mentale affinché i fattori esterni non influenzino negativamente il risultato dell’evento agonistico.

L’ALLENAMENTO MENTALE

In questo contesto, l’allenamento mentale potenzia le capacità psicologiche attraverso numerosi esercizi e tecniche specifiche come: la regolazione emotiva (per esempio negli stati di ansia e di rabbia), la reazione all’errore, le routine pre-gara e durante la gara per mantenere la concentrazione, gli esercizi di mindfulness e di rilassamento.

Tutto questo lavoro, portato avanti con costanza, consente di costruire gradualmente la fiducia e la convinzione dello sportivo nelle proprie capacità. La preparazione mentale consente anche all’allenatore di disporre di una consulenza mirata per sostenere la motivazione del proprio atleta attraverso tecniche di comunicazione e di feedback.

UN RISULTATO SINERGICO POSITIVO

Sia l’atleta singolo che la squadra intera, possono giovare da un intervento mirato di Psicologia dello Sport, ottenendo in quest’ultimo caso un effetto sinergico dato dal lavoro individuale dell’atleta all’interno dell’ambiente e del contesto di un gruppo di allenamento.

Con il prezioso contributo di Elena Uberti, www.elenauberti.com

Torna su