La valutazione della composizione corporea è fondamentale per un programma nutrizionale efficiente. Il solo dato fornitoci dalla bilancia non è sufficiente per determinare di quali nutrienti e di quale tipologia di esercizio abbia bisogno il nostro organismo per mantenersi in salute.

L’analisi di bioimpedenziometria vettoriale o BIVA ci fornisce una descrizione dettagliata di come è suddiviso il nostro peso corporeo, valutando la quantità di massa grassa, muscolo e lo stato di idratazione. Conoscere questi parametri ci permette di intervenire nella maniera più adeguata e personalizzata non solo in ambito nutrizionale ma anche di preparazione atletica.

Quest’analisi, molto sensibile e non invasiva, richiede pochi minuti. La prima misurazione ci fornisce una “fotografia” istantanea del nostro organismo, quantificando tutti i singoli parametri che insieme vanno a formare il nostro peso corporeo totale.

Con le misurazioni successive si è in grado di registrare i cambiamenti avvenuti nel nostro corpo e verificare se l’intervento nutrizionale piuttosto che quello di preparazione atletica è stato adeguato per gli obiettivi del paziente. Le sedute di follow-up posteriori alla prima visita sono consigliate negli atleti, sia amatoriali che professionisti, per monitorare la qualità e i cambiamenti della massa muscolare e dello stato di idratazione, due indici fondamentali su cui intervenire per migliorare la prestazione, in allenamento come in gara. Non di meno, ciò permette di creare la cosiddetta “ellissi dell’atleta”, un’area sul grafico di misura tramite la quale si riescono a differenziare i cambiamenti importanti da quelli trascurabili, ottenendo un risultato finale meno influenzato da fattori esterni come un allenamento particolarmente impegnativo, un evento agonistico o la semplice serata di “sgarro” con gli amici.

Ma quante volte va effettuata questa analisi? È consigliata la misurazione ogni 4-6 settimane circa. Negli sportivi e nelle persone che soffrono di una diminuzione importante di massa muscolare, la BIVA può essere eseguita più di frequente.

Il nostro consiglio è sempre quello di rivolgersi ad un centro o ad uno studio professionale che utilizzi strumentazioni validate scientificamente e con personale formato, non solo nell’ applicazione di questa metodica, ma anche nell’ interpretazione del dato. Quest’ultima infatti è il presupposto di base per non incorrere  in errate valutazioni e stesure di piani nutrizionali e di allenamento non adeguati.

Torna su