Agonismo e adolescenza

L’adolescenza è il periodo durante la quale si vedono emergere gli atleti di domani. Molti ragazzi sono impegnati in allenamenti intensi per tutto l’arco della settimana con gare programmate nei weekend. Tra la scuola, gli allenamenti (a volte doppi) e gli impegni sociali, mantenere forza e concentrazione costanti diventa difficile.

L’IMPORTANZA DEL RECUPERO

Allenarsi tutti i giorni porta ad un dispendio calorico elevato, accentuato dai fabbisogni di un organismo in crescita e dagli impegni scolastici e famigliari. In questa situazione una corretta alimentazione garantisce un recupero ottimale. Ed è proprio questa fase specifica dell’allenamento a cui si deve prestare attenzione per evitare l’accumulo di una fatica latente e spesso ignorata che porta un decremento significativo della performance durante lo scorrere della stagione agonistica.

LE INDICAZIONI

Ecco, dunque, alcuni consigli rivolti ai più giovani, per rimanere sempre attivi nell’arco della settimana senza incorrere in cali di energia e dell’attenzione.

MANTENERE ORARI REGOLARI

Si devono rispettare le giuste ore di sonno. Non andare a letto tardi e non svegliarsi in tarda mattinata, permette il rispetto del proprio ciclo circadiano, con numerosi benefici per il recupero muscolare e mentale.

NON SALTARE I PASTI

I giovani atleti sono portati a mangiare molto di più rispetto ai coetanei non sportivi, soprattutto se coinvolti in attività aerobiche ad alta intensità come nuoto e ciclismo. Sfruttare tutti i pasti permette di raggiungere appieno il proprio fabbisogno energetico senza incorrere in deficit di macro e micro nutrienti.

COSA MANGIARE PRIMA

In caso di sessioni nel primo pomeriggio, il pranzo deve essere facilmente digeribile per non provocare problemi intestinali. Un pranzo povero di grassi e privo di verdure, specie quelle ricche in fibre è ottimale. Al contrario deve abbondare di carboidrati con una piccola parte dedicata a proteine leggere facilmente digeribili. Per allenamenti svolti nel tardo pomeriggio, invece, risulta utile uno snack a base di carboidrati un’ora prima dell’inizio della sessione.

COSA MANGIARE DOPO

Subito al termine degli allenamenti si deve provvedere all’assunzione di uno spuntino proteico. Questo è fondamentale per avviare un recupero di qualità a livello muscolare. Si possono scegliere alimenti comodi da poter tenere nel borsone, quali un panino farcito con affettati magri o una barretta proteica.

UNA CORRETTA IDRATAZIONE

Si devono mantenere costanti le assunzioni di acqua per tutta la giornata, anche durante le ore di lezione a scuola. Per allenamenti superiori ai 90 minuti è preferibile assumere dei sali minerali contenenti carboidrati.

VITAMINE E MINERALI

Questi micronutrienti presentano un fabbisogno aumentato dovuto non solo agli allenamenti ma anche alla crescita. Le carenze sono frequenti, soprattutto tra le ragazze, e possono determinare cali della performance, stanchezza e difficoltà nella concentrazione. In questi casi, l’integrazione di vitamine e minerali con specifici prodotti favorisce un recupero più efficiente.

L’IMPORTANZA DEI GENITORI

Una corretta nutrizione in età adolescenziale non è difficile ma è assai importante per decretare un corretto sviluppo dell’organismo nonché un recupero ottimale dall’attività sportiva. Tutto ciò si traduce quindi in una performance ottimale durante gli eventi agonistici. Genitori e ragazzi possono lavorare insieme ad un professionista della nutrizione per trovare la giusta combinazione tra tempo a disposizione e alimenti, in modo da vivere con serenità, soddisfazione e sicurezza il mondo dello sport.

Torna su

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Utilizzando il nostro sito, accetti l'utilizzo dei cookie.

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Utilizzando il nostro sito, accetti l'utilizzo dei cookie.